Galileo: al via gli Initial Services

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

GEOmedia 1 2017 Report di Manuela Rossi, Francesco Malvolti

Spaceopal GmbH, una società paritetica tra Telespazio S.p.A. (controllata di Leonardo) e DLR-GfR (di proprietà dell’Agenzia Spaziale Tedesca DLR) si è aggiudicata nel dicembre scorso (a capo di un team industriale che rappresenta l’eccellenza nel settore aerospaziale europeo) la gara per la selezione del Galileo Service Operator per il periodo 2017-2027. 

L'uso della navigazione satellitare già oggi rappresenta un driver fondamentale per la crescita economica globale, in particolare nel settore delle tecnologie avanzate. Gli esperti prevedono per il mercato della navigazione satellitare una crescita significativa negli anni a venire. La maggiore resilienza garantita dai segnali Galileo, in combinazione con le altre costellazioni, consentir. lo sviluppo di nuove applicazioni e servizi basati sulla migliore accuratezza nella determinazione della posizione e su superiore disponibilità e continuità del segnale, garantendo a Galileo e al suo utilizzo un ruolo di primissimo piano. Ad oggi gi. circa 20 industrie, che rappresentano il 95% del mercato globale legato alla navigazione satellitare, producono chips “Galileo ready” (per esempio Broadcom, Mediatek, STM, Intel, Qualcomm, uBlox, etc.), rendendo l’uso di Galileo gi. possibile in molti smartphone e nei navigatori utilizzati nel settore automobilistico. La Galileo Initial Services Declaration Durante la cerimonia di proclamazione degli Initial Services, Maroš Šefčovič, Vicepresidente della Commissione Europea, ha affermato che “la geolocalizzazione . al centro dell’attuale rivoluzione digitale, con nuovi servizi che trasformano la nostra vita quotidiana. Galileo migliorerà del 1000% la precisione della geolocalizzazione e sarà alla base della prossima generazione di tecnologie basate sulla localizzazione, come le automobili autonome, i dispositivi connessi o i servizi urbani intelligenti. Oggi mi rivolgo agli imprenditori europei con questo invito: immaginate cosa potete fare con Galileo. Non aspettate, innovate!”. La Commissaria responsabile per il Mercato interno, l’Industria, l’Imprenditoria e le PMI, Elżbieta Bieńkowska, ha invece dichiarato: “Questa offerta dei servizi iniziali di Galileo costituisce un traguardo importante per l’Europa e una prima realizzazione tangibile della nostra recente strategia spaziale è il risultato di un sforzo congiunto per la progettazione e la realizzazione del sistema di navigazione satellitare più preciso del mondo. Dimostra il livello di eccellenza tecnologica dell’Europa, il suo know-how e il suo impegno a fornire applicazioni e servizi spaziali. Nessun paese europeo ci sarebbe riuscito da solo.”