Riprese aeree innovative per le emergenze

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

GEOmedia 5 2016 - di Gabriele Garnero

Il rilevante diffondersi delle tecnologie, che hanno nei droni i vettori che consentono di portare in quota sensori fotogrammetrici per l’acquisizione delle informazioni territoriali, nell’ambito della cartografia per le situazioni di emergenza conferma una proficua applicazione in ragione delle peculiarità connesse con il loro utilizzo, quali economicità, rapidità e flessibilità d‘uso. La memoria qui proposta si pone non tanto lo scopo di analizzare le novità tecniche del settore, le innovazioni consentite dai nuovi e sempre più performanti aeromobili, dai nuovi sensori, dai software sempre più efficienti, le limitazioni più o meno restrittive imposte dalle normative, tutte attività e regole in rapida e, per certi versi, tumultuosa innovazione; lo scopo è unicamente quello di presentare una riflessione sulle effettive possibilità di utilizzo degli UAV nelle situazioni di emergenza che in questi giorni stanno segnando il nostro territorio: non solo i sismi dell‘Italia centrale ma, anche, le alluvioni, le trombe d’aria, gli incendi, ....